Seleziona una pagina

Trieste, si sa, è una città che vive di commistioni: l’influenza asburgica si è sempre fatta sentire, cosiccome le influenze che i tanti artisti hanno avuto nel capoluogo regionale. 

Proprio nel centro della città, nella zona di Via Santa Caterina e Piazza della Repubblica, è stato recentemente aperto l’Hotel Hilton, un’altra “perla” che caratterizza la zona: “Art(è) In Cantiere” ha fatto una capatìna anche da queste parti, erigendo un’opera su Via Santa Caterina, al fianco del palazzo che attualmente ospita una banca. 

Il primo richiamo dell’opera è in basso a sinistra, dove una tazzina di caffè ed il suo biscotto, da brava coppia, passeggiano per le vie di Trieste: una tradizione, per chi di sabato mattina si fa la classica discesa in città per fare colazione, sorseggiando i caffè di elevata qualità che il capoluogo regionale sa offrire. 

La parte centrale del dipinto è dedicata ai protagonisti del nostro viaggio: Bobsnic, appostato su di una pietra, è intento a fotografare il panorama (omaggio per i turisti che affollano le vie centrali di Trieste) ma viene interrotto da Donny, che sta scappando su uno skateboard per sottrarsi ad un agente di polizia. 

Sullo sfondo, nelle colline, un maiale gigantesco che altro non è che un salvadanaio enorme: è la rappresentazione della Banca Centrale di Trieste, che una volta era situata proprio al posto dell’attuale istituto bancario. Infine, davanti alla chiesa, la fontana dove la gente lancia la monetina ed esprime il proprio desiderio: guai a chi ruba queste monete! Infatti, nella rappresentazione, c’è uno “squalo” a proteggere il bottino. 

“Art(è) In Cantiere” è scesa in centro città: e voi, quando fate la passeggiata al sabato mattina, vi fermerete ad alzare lo sguardo? 

#ArteInCantiereTs